L'apertura della Ferrovia del Gottardo nel 1882 trasformò il villaggio rurale di Erstfeld in un'importante località ferroviaria.

L'epoca della ferrovia

La linea ferroviaria venne collocata negli anni '70 del 19° secolo: la perforazione della galleria terminò nel 1880 e la Ferrovia del Gottardo venne inaugurata nel 1882. Il mondo politico federale, la stampa e l'economia la festeggiarono come un evento epocale che per decenni avrebbe assicurato alla Svizzera un ruolo di primo piano nel traffico transalpino.

Secondo i ricordi del presidente della Confederazione Simon Bavier, in occasione della festa d'apertura del 23 maggio 1882, l'opinione pubblica urana era però di diverso avviso: «Il viaggio avvenne con un tempo magnifico: lungo la linea della ferrovia fino a Flüelen, la popolazione ci salutò con grida di gioia e salve di cannoni. Al Gottardo trovammo però grande frustrazione. Ad Amsteg era esposta una bandiera nera: quella povera gente non aveva certo torto perché il traffico, che richiedeva più di 400 cavalli procurando buoni guadagni, era ormai finito e la mangiapane, come chiamavano la locomotiva, toglieva loro tutto. Gli Urani avevano versato un milione di sussidio, per cui ora gli toccava pagare le tasse per un reddito che gli veniva tolto. La miseria urana ha rafforzato la mia convinzione che con le ferrovie internazionali alpine le regioni nelle Alpi perdono, mentre guadagnano i centri situati a grande distanza.». Sono parole che rivelano il prezzo pagato dalla popolazione locale con la fine del trasporto su carro e delle corse delle diligenze al San Gottardo.